Italia da Scoprire



Italia
Padova - Capoluogo di provincia
Regione Veneto Provincia di Padova

Cambia Categoria
Cerca in Primitaly
 




Aziende on line
Inserite la vostra Azienda
su Primitaly
ora

Forum
Domande, risposte, idee, consigli tra utenti e clienti

Leggi Messaggi
Inserisci Messaggi
Cerca tra i Messaggi

Info Turismo
Informazioni per chi viaggia: auto, treno, aereo, navi

Viabilità Autostrade
Aeroporti e orari
Treni
Navi e Traghetti
AutoNoleggio
Meteo

Servizi di Primitaly

Chi è Primitaly
Servizi
Offerte


Basilica di S. Antonio XIII sec.
Padova ha origini preistoriche, ma conobbe la sua crescita con i romani, con i quali divenne municipio già nel II sec. a.C.
Di quel periodo rimangono sparse numerose testimonianze, tra cui i resti delle gradinate dell'anfiteatro.
Subì, come tutta al zona, l'invasione dei Longobardi e la quasi totale distruzione della città. Durante i periodi bui del medioevo subisce riprese e sconfitte passando di mano in mano alle potenti famiglie dell'epoca, Ezzellino da Romano, gli Scaligeri, i Da Carrara. Nel 1405 entra nella Repubblica di Venezia, e ne segue l'affascinante storia. Nel 1848, durante i subbugli contro gli Austriaci, a Padova nascono i famosi moti organizzati dalla gioventu' padovana. Nonostante il successo gli Austriaci ripresero Padova e vi rimasero fino al 1866.
Oggi la città è importante sede di Università e di vaste attività agricole e industriali.
Padova è collegata al fiume Po per mezzo di canali navigabili e alla laguna di Venezia tramite la Riviera del Brenta.
Padova è una delle più belle città del Veneto, e anche se poco rimane dell'epoca romana e del periodo barbarico, è ricca di importanti monumenti che vanno dal medioevo al rinascimento.
Il cuore della città è costituito da un insieme di edifici sorti attorno al Palazzo della Ragione e alle due piazze delle Erbe e della Frutta.
Nella vicina Piazza dei Signori si trovano la Loggia della Gran Guardia del sec. XV e il Palazzo del Capitanio.
Vicino al Palazzo della Ragione si trova il Bo, sede dell'Università dal 1493.

Da Vedere

Basilica di S. Antonio, erette nel XIII secolo presenta nella sua complessa struttura una fusione di stili, elementi romanici come la facciata a campana, gotici come la pianta del deambulatorio con le sette cappelle, bizantini come le cupole rivestite in piombo e moreschi come i campanili sottili e slanciati. All'interno della chiesa e nel vicino Chiostro si conservano pitture e sculture di Altichiero, Jacopo Avanzo, Riccio, Sammicheli, Donatello, Giusto de' Menabuoi, Pietro Lombardo, Sansovino e Tiziano. A Donatello si deve anche il monumento del Gattamelata, nella piazza antistante la basilica.
La Basilica è oggi un importantissimo luogo di culto, meta di pellegrinaggi nazionali e internazionali.
La Cappella Scrovegni, Giotto XIII sec.

Sulla piazza antistante la Basilica, merita una visita la Scuola del Santo con gli affreschi giovanili di Tiziano Vecellio.
Cappella degli Scrovegni, l'edificio più importante della città e uno dei monumenti italiani più famosi al mondo e rappresenta il più importante ciclo di affreschi di Giotto, in un perfetto stato di conservazione, realizzato tra il 1305 e il 1306.
E' diviso in tre parti distinte: le Storie della Vergine, le Storie di Cristo e il Giudizio Universale.
Chiesa degli Eremitani, costruita nel sec. XIII, in cui sono ancora visibili, nella Cappella Ovetari, gli affreschi di Andrea Mantegna nonostante i gravi danni subiti durante l'ultima guerra.
Nella cappella Sanguinacci, invece, sono visibili resti di affreschi di Giusto de' Menabuoi.
Museo civico - Museo Archeologico, Esso presenta una sezione archeologica ricca di reperti paleoveneti e romani
La Pinacoteca , allestita nei chiostri degli Eremitani conserva un imponente patrimonio artistico che comprende il crocifisso ligneo di Giotto, proveniente dalla Cappella degli Scrovegni, e preziose opere di Guariento, Squarcione, Padovanino, Jacopo Tintoretto, Guido Reni, G.B. Piazzetta e Giovan Battista Tiepolo.
Chiesa di S. Sofia , la più antica della città, risale al XII sec.
Palazzo della Ragione, iniziato nel 1222 con la fondazione dell'università. Di forma rettangolare ha un'enorme sala lunga 80 metri e larga 27, ricca di affreschi.
Chiesa di S. Giustina, eretta su un preesistente edificio del VI secolo conserva opere artistiche di notevole importanza, tra cui il Martirio di S. Giustina del Veronese.
Di fronte alla Chiesa di S. Giustina si trova il Prato della Valle, una grande area verde circondato da un fossato e arredato con 78 statue di cittadini famosi.
Nei pressi si trova l'Orto Botanico, il più antico d'Europa, realizzato dal Bonafede nel 1545.
Il Duomo, costruito su una preesistente struttura del VI secolo, venne riedificato nel sec. XVI. Da vedere l'annesso Battistero in cui è conservata la più importante raccolta di affreschi di Giusto de' Menabuoi.
Caffè Pedrocchi.
"Stabilimento" neoclassico completato nel 1831: tuttora simbolo della comunicazione cittadina. Soprannominato"caffè senza porte" perchè in origine non le aveva.
Porte e mura.
Delle 19 porte medievali ne è rimasta una, porta Altinate; mentre altre sei (Molino, Pontecorvo, Portello, S. Croce, S. Giovanni, Savonarola) risalgono al '500. La cinta muraria cinquecentesca è tra le più importanti d'Europa.

Itinerari

Colli Euganei
Potremmo definirli un'oasi incantata, una grande valle delle fate. I Colli Euganei si estendono su una superficie di 355 chilometri quadrati, morfologicamenti animati da oltre cento rilievi più o meno elevati, dove la natura si presenta nella sua massima espressione, arricchita dalle numerose presenze artistiche ed architettoniche che il territorio padovano conserva, belle ville di campagna, fiumiciattoli, fiori di mille colori. Ma la zona, ricca di tradizioni popolari e culinarie, offre altre attrazioni gastronomiche ed eccellenti vini DOC della zona, capaci di ammaliare anche il visitatore piu' tenace.

Da non perdere
La Casa delle Farfalle
E' possibile osservarvi centinaia di esemplari di farfalle tropicali volare libere negli ambienti originali appositamente ricostruiti. Splendide farfalle coloratissime perfettamente introdotte ed allevate. Per i veri amanti è possibile anche acquistare esemplari da riproduzione ed iniziare un piccolo allevamento nel proprio giardino.
La Casa delle Farfalle - Bosco delle Fate
Via Degli Scavi 21/Bis 35036  Montegrotto Terme (Padova)
Tel/Fax +39 049 8910189
email: barc@iol.it
Da marzo a ottobre tutti i giorni, festivi inclusi.
Marzo e ottobre : 9.00-12.30 14.00-16.30

Altre informazioni sul Padova

Altre informazioni sul Veneto




Padova, Abitanti . 234.678
12 mt/slm - CAP 35100 - Pref. tel. 049
Comune di Padova

APT: Riviera Mugnai , 8
Tel. 049 8750655

ACI Via Scrovegni
tel. 049 654935

Aeroporto, v. Sorio,
tel. 8716355
Uffici Alitalia tel. 662222,
fax 8755890

Pronto soccorso H,
Via Ospedale, tel. 049 8211111

Guide turistiche:
Luisa ROSINA POETA
Tel e Fax 0429 56156
cell 0347 4355474


Hotel di Charme
Agriturismi
Bed & Breakfast
Appartamenti e Case Vacanza
Ville e Casal





Web editor Primitaly
All rigths reserved: testi ed immagini sono protetti dalle vigenti leggi che tutelano i diritti degli autori ed editori sul territorio nazionale ed internazionale.