Italia Turismo e Vacanze, Itinerari, Musei, Agriturismo, Alberghi di Charme, Bed & Breakfast, Ville e Casali e appartamenti in affitto per vacanze
.




Cerca nelle Categorie

SIENA MONUMENTI - TOSCANA


Piazza del Campo, è sicuramente la più bella ed emozionante di Siena e una delle più belle in italia.
E' di grande effetto scenografico; quì ogni anno si disputa il famoso Palio di Siena. Al centro sorge la Fonte Gaia, una fedele riproduzione dell'originale di Jacopo della Quercia, oggi conservata nel Palazzo Pubblico, proprio in piazza del Campo.

Palazzo Pubblico: prestigioso edificio in cui si trovano Municipio e il Museo Civico. Fu iniziato nel 1297 e ultimato nel 1340. È costituito da un corpo centrale incurvato e da due laterali più bassi con, sulla sinistra, la Torre del Mangia costruita nel 1340,alta quasi 90 metri. Per visitare le stanze è necessario recarsi alla portineria. Nella Sala del Sindaco si trova una tela del Sodoma, in quella del segretario generale un'altra tela del Sodoma raffigurante la Resurrezione. Nella sala dei Matrimoni un affresco del Vecchietta e uno del Sodoma, nella sala d'attesa un affresco di Sana di Pietro.
Il piano superiore è adibito a museo, con la Maestà di Simone Martini e il suo celebre affresco raffigurante Guidoriccio da Fogliano all'assedio di Montemassi (Sala del Mappamondo). Nella Sala della Pace, il ciclo del Buon Governo, di Ambrogio Lorenzetti, che raffigura la vita di Siena e del Contado. Nella Cappella, il coro ligneo di Domenico di Nicolò, per questo chiamato Nicolò dei Cori. Per godere della vista di Siena e dintorni bisogna salire i 332 gradini che portano sulla Torre del Mangia è faticoso ma ne vale la pena.

Il Duomo di Siena
Il Duomo: XII - XIII sec. La facciata in marmo bianco con inserimenti di marmo verde e rosso (opera di Giovanni Pisano nella parte inferiore), ha portali laterali e quello centrale abbellito dal bassorilievo di Tino da Camaino raffigurante S. Anna e S. Gioacchino. Nella parte superiore spicca il rosone circondato da busti di patriarchi. L'intemo, lungo 90 m e largo al transetto oltre 50 m, è a croce latina a tre navate divise da pilastri a fasce bianche e nere. Il pavimento è diviso in riquadri con rappresentazioni i cui disegni sono opera di artisti senesi e toscani.
Fra le opere d'arte presenti segnaliamo: l'altare maggiore, di Baldassarre Peruzzi, sormontato dal ciborio del Vecchietta con, ai lati, quattro angeli portacandelabri (due di Giovanni di Stefano e due di Francesco di Giorgio Martini); gli affreschi dell'abside (del Beccafumi), in parte scomparsi; sempre nell'abside, la più antica vetrata italiana, su disegno di Duccio di Buoninsegna (1288), e il coro ligneo dovuto ad artisti diversi (una parte degli stalli proviene dal coro della chiesa di S. Benedetto fuori Porta Tufi); nei pressi della cupola, il pergamo in marmo bianco di Nicolò Pisano (seconda metà Xlll sec.); nel transetto di destra, un monumento del cardinale Riccardo Petroni, di Tino di Camaino, e nella Cappella di S. Giovanni Battista affreschi del Pinturicchio (ritratto di Alberto Aringhieri, il Battista nel deserto, Decollazione del Battista), una statua di S. Catenna d'Alessandria del Neroccio e una statua del Battista di Donatello. Sul fianco destro del Duomo si trova il Battistero in marmo bianco (XIV sec.) con il fonte battesimale di Jacopo della Quercia. La parte non abbattuta del Duomo Nuovo ospita il Museo dell'Opera Metropolitana, con la "Maestà" di Duccio di Buoninsegna, la Madonna con Bambino e "S. Antonio" di Jacopo della Quercia, dieci statue di Giovanni Pisano, la Natività della Vergine di Pietro Lorenzetti, il Beato Agostino Nicola di Simone Martini, oltre ad arredi, paramenti, gioielli, pitture del secolo d'oro di Siena.
Di fronte al Duomo sorge l'Ospedale di S. Maria della Scala, dalla bella facciata e ricco di importanti affreschi. Uno dei primi ospedali europei con una propria organizzazione per accogliere i pellegrini e sostenere i poveri e i fanciulli abbandonati. Il nucleo originario è rappresentato dalla Chiesa, costruita intorno alla metà del ‘200, poi sviluppata alla fine del XV secolo. La vita dello "Spedale" è raffigurata negli affreschi della Sala del Pellegrinaio. Ricco di opere d’arte di importanti artisti senesi, oggi il Santa Maria della Scala può essere considerato il terzo polo artistico della città, insieme al Duomo e al Palazzo Pubblico


Siena è ricca di un patrimonio architettonico eccezionale: Monumenti, Chiese e nobili palazzi molti dei quali meritano di essere visti:
Palazzo Chigi-Saracini, iniziato nel XIII e ultimato nel XVIII sec. Ospita l'Accademia Musicale Chigiana;.
Palazzo Piccolomini (o delle Papesse)
Palazzo del Popolo, dove ha sede l'Università di Scienze Economiche.
Palazzo del Magnifico, XVI sec.
Palazzo Buonsignori, ospita la Pinacoteca Nazionale in cui sono conservate molte opere di gran pregio dell'arte senese e toscana di importanti artisti dell'epoca tra cui: Duccio Simone Martini, Ambrogio Lorenzetti, Pietro Lorenzetti, Michelino da Besozzo, il Nerocció, Francesco di Giorgio Martini, Sano di Pietro, il Pinturicchio, il Beccafumi, lo Scarsellino, Federico Zuccari, il Sodoma, il Durer, il Montagna, il Moroni.

Musei a Siena e Provincia

Altri monumenti da vedere: le chiese di S. Nicolò al Carmine, rimodernata dal Peruzzi ( XVI sec.); SS. Pietro e Paolo, ricca di affreschi e dipinti; S. Agostino (1258), ristrutturata tre secoli dopo e rinnovata nella facciata dal Vanvitelli (XVIII sec.); S. Maria dei Servi (XIII sec.), con quadri di pregio; S. Spirito, iniziata nel 1498 su disegno di Baldassarre Peruzzi; S. Martino (prima metà 1500); S. Francesco, su disegno di Francesco di Giorgio. Da segnalare inoltre il Palazzo Piccolomini, su disegno di Bemardo Rossellino, creatore di Pienza, sede dell'Archivio di Stato, dove si conservano le Tavolette di Biccherna, preziosamente dipinte, impiegate come copertine di libri dell'amministrazione finanziaria; il Monastero di S. Vigilio, sede dell'Università degli Studi; le Logge del Papa; la Fonte Bramda; il Santuario Cateriniano, l'imponente chiesa di San Domenico e la Fortezza Medicea, fatta erigere da Cosimo I de' Medici su disegno di Baldassarre Lanci, sede dell'Enoteca Italiana.

Itinerari


Lungo la Strada Chiantigiana si trova il Convento dell'Osservanza (1474), nel luogo di un eremo di S. Bernardino. Verso Grosseto (a 5 km da Siena), si trova il Castello di Belearo (1100), trasformato in villa da Baldassarre Peruzzi. Infine, la Certosa di Pontignano, sede del Collegio Universitario, con chiostro e chiesa affrescata da pittori di scuola senese.

Info utili su Siena
Siena indice
Siena Monumenti
Siena Musei
Siena Storia

Altre informazioni sulla Toscana

REGIONE TOSCANA
Provincia di Siena



Comune di Siena
Tel. 0577 292111
Polizia Municip. 0577 292550
Carabinieri 112 - 0577 42356
Polizia 113 - 0577 288561
Taxi (Radiotaxi) 0577 49222
Attivo 24 ore su 24
Ferrovia di Stato 055 2356120
Treno Natura 0577 207413
Info Ferrovie 848888088
Siena Autolinee
0577 247934-283203
Aci 116
Informazioni Turistiche APT
Via di Città 43,
Tel. 4Z09, fax 778608

Centro Inform. Turistiche
Piazza del Campo, 56
0577 280551 - telefax 0577 270676
e-mail

Pronto soccorso:
H "S. Mada della Scala",
P.za Duomo 2, Tel. 290111

Riserve e Parchi Naturali
Musei
La Provincia di Siena
Toscana Turismo

Ricerca nelle Categorie: Agriturismi - Ville e Casali - Bed & Breakfast - Case Vacanza - Hotels di Charme
- Last Minute - Destinazioni - Ricerca Generica - NEWSLETTER - Contatti - Chi Siamo - HOME PAGE

All Rights Reserved: Primitaly, Termini e Condizioni - Copyright

Area operatori:
Inserisci una struttura - Pubblicità - Banner - Contatti - Chi siamo