Italia da Scoprire



Regione Toscana - Italia
Isola di Pianosa - Comune di Livorno
Provincia di Livorno

Cambia Categoria





Aziende on line
Inserite la vostra Azienda
su Primitaly
ora

Info Turismo
Informazioni per chi viaggia: auto, treno, aereo, navi

Viabilità Autostrade
Aeroporti e orari
Treni
Navi e Traghetti
AutoNoleggio
Meteo



Servizi di Primitaly

Chi è Primitaly
Servizi
Offerte


Pianosa, abitata già nell'età neolitica, seguito fece parte dei domini dei romani. Augusto vi relegò il nipote Postumo Marco Ciulio Agrippa, che vi fu poi ucciso. Nel medioevo appartenne a Pisa, poi a Genova e poi agli Appiano, che se ne impadronirono nel 1399 e la ripopolarono.
Nel 1553 Dragut e Kara Mustafa occuparono l'isola e ne fecero prigionieri gli abitanti. Pianosa da allora rimase disabitata. Ritornata sotto il dominio granducale, nel 1635 fu adibita a colonia agricola e più tardi (1856) a colonia penale, destinazione che poi fu confermata nel 1865 dal governo italiano.
L'isola di Pianosa, che dipende amministrativamente dal comune di Campo nell'Elba, sviluppa un'area di 10,2 kmq ed è sede di una colonia penale; per l'approdo è necessario il permesso della Direzione Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena del Ministero di Grazia e Giustizia. È l'isola più vicina alla costa dell'Elba (14 km) e prende norne dalla conformazione pianeggiante del territorio (alt. max. 27 m), diversa da quella delle altre isole dell'arcipelago.
Numerosi avanzi fossili di orsi, cervidi ed equini rinvenuti nell'isola, confermano che, ancora nel quaternario antico, Pianosa era saldata al continente. Il clima è molto mite tranne nei mesi estivi in cui sale a punte elevate, le piogge sono assai scarse. Si coltiva perciò di preferenza la vite, e anche l'orzo, il grano, la segale e l'avena.
Buona parte del territorio è però occupato dalla macchia, da olivi, cactus, agave, asfodelo. Numerosi sono i gabbiani e gli uccelli di passo. Si sbarca nel piccolo porto, in una penisoletta della costa orientale, presso la quale si trova lo scoglio La Scola; altro scoglio emerge a nord delI'isola a breve distanza dalla punta del Marchese. Nella Baia di S. Giovanni, sulla costa orientale, sono i ruderi della villa romana di Postumo Agrippa.

Altre informazioni sull'Arcipelago Toscano

Altre informazioni sulla Toscana







Ufficio Informazioni Turistiche:
Calata Italia, 35 - 57037 Portoferraio (LI)
Tel. 0565/914671
Fax 0565/916350

e-mail

Riserve e Parchi Naturali
Musei
Toscana Turismo



Agriturismi
Alberghi di Charme
Bed & Breakfast
Ville e Casali
Case Vacanza Appartamenti







Web editor Primitaly
All rigths reserved: testi ed immagini sono protetti dalle vigenti leggi che tutelano i diritti degli autori ed editori sul territorio nazionale ed internazionale.