Italia da Scoprire


.
Museo della Ceramica di Faenza
..
Regione Emilia R.
.
Comune di Faenza

Cambia Categoria
Cerca in Primitaly
 




Aziende on line
Inserite la vostra Azienda
su Primitaly
ora

Forum
Domande, risposte, idee, consigli tra utenti e clienti

Leggi Messaggi
Inserisci Messaggi
Cerca tra i Messaggi

Info Turismo
Informazioni per chi viaggia: auto, treno, aereo, navi

Viabilità Autostrade
Aeroporti e orari
Treni
Navi e Traghetti
AutoNoleggio
Meteo

Servizi di Primitaly

Chi è Primitaly
Servizi
Offerte


Faenza è in tutto il mondo sinonimo di ceramica. Già cinque secoli fa le manifatture faentine erano diventate un riferimento fondamentale per la produzione ceramica europea. Basti pensare che il termine "faenza - faience"è in alcune regioni d'Europa utilizzato come sinonimo di maiolica.

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, fondato nel 1908 da Gaetano Ballardini, è così diventato un importante centro culturale di ricerca e di documentazione per la ceramica di tutto il mondo e può proporre al pubblico un'ampia campionatura di quanto è stato prodotto dall'antichità classica fino ai giorni nostri. Il Museo è attualmente interessato da un ampio processo di trasformazione che, grazie all'aumento degli spazi espositivi, permetterà (ed in parte ciò è già visibile) una più razionale e comprensibile presentazione delle opere al pubblico.

 
Il percorso prende avvio con le ceramiche precolombiane, proposte con il supporto di una raffinata didattica, cui seguono quelle dell'antichità classica dalla preistoria all'epoca romana - e quindi i manufatti provenienti dall'Estremo Oriente (Cina, Giappone, Corea) e dal Medio Oriente. Al piano superiore del vecchio quadrilatero è presentata l'evoluzione delle ceramiche di Faenza dal Basso Medioevo al Rinascimento, che può essere messa a confronto con la produzione del Rinascimento italiano, ripartita per le varie regioni.
Una sezione illustra i successivi sviluppi della ceramica italiana dal Seicento all'Ottocento mentre nella Sala Europa si può ammirare una selezione dei prodotti delle principali manifatture europee.
Il Museo non si rivolge solo alle ceramiche del passato, ma è attento a quanto ancora oggi si produce nel settore. Ecco allora i vasti spazi dedicati al contemporaneo che prende le mosse dalle opere dei Premi Faenza, un concorso internazionale che si celebra dal 1938.
La sezione accoglie, oltre ad una selezione di designers, anche capolavori di artisti universalmente riconosciuti come Picasso, Matisse, Rounault, Léger, Chagall, Leoncillo, Fontana, Burri, Martini, Melotti, Nespolo, Baj, Arman, Matta. Infine, nella nuova sala conferenze, il visitatore può accedere a una multivisione sulla genesi del Museo.

Museo Internazionale delle Ceramiche
tel. 0546/21240 - 0546/ 697311
Orario invernale (nov/mar) dal mar. al ven. 9,00-13,30 sab. dom. e festivi 9,30-13,30 / 15,00-18,00.
Orario estivo (apr/ott) 9,00-19,00; festivo 9,30-13,00 / 15,00-19,00
Chiuso: lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 15 agosto, 25 dicembre.

Annesso al Museo civico di scienze naturali, che ospita importanti raccolte naturalistiche, il Giardino Botanico conserva più di 170 specie di piante spontanee presenti in Romagna. Il verde pubblico urbano copre una superficie di circa zoo ettari ed è oggetto di grande cura da parte dell'amministrazione pubblica.

Informazioni su Faenza

Altri Musei

Altre informazioni sull'Emilia Romagna




Assessorato al turismo:
P.zza del popolo, 31 - tel. 0546/691298-665165

Ufficio informazioni e accoglienza turistica
P.zza del popolo, 1 - tel. 0546/25231


Riserve e Parchi Naturali
Musei
Emilia Romagna Turismo


Agriturismi
Alberghi di Charme
Bed & Breakfast
Ville e Casali
Case Vacanza







Web editor Primitaly
All rigths reserved: testi ed immagini sono protetti dalle vigenti leggi che tutelano i diritti degli autori ed editori sul territorio nazionale ed internazionale.