Evento in PUGLIA

Inserito da: lucia locorotondo  francavilla fontana  via sicilia 4  tel.:-  fax: -  E-mail: lucia.locorotondo@virgilio.it

Periodo : dal 10/3 al 9/6

LocalitÓ: Francavilla Fontana

Provincia: Brindisi - RITMI INTERROTTI


Domenica 10 marzo alle ore 18.30 presso il Castello Imperiali di Francavilla Fontana si terrà il vernissage
della mostra “RITMI INTERROTTI” dell’artista Massimo de Gironimo.
La mostra, patrocinata dall'Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana, ed organizzata in collaborazione con il Centro Artistico Culturale "La Casaccia" offre spunti e suggestioni sospese tra musica e pittura. La mostra si terrà nella Sala della Musica del Castello che ben si presta ad ospitare la tematica sviluppata. L'evento si inserisce all'interno della Stagione Artistica 2013 del Castello Imperiali che apre i battenti proprio il 10 marzo con il concerto "Il pensiero Liberato".
Immaginate di passeggiare per le vie del centro di una città e di ascoltare per un attimo una
melodia proveniente da una stanza o da un angolo di strada.
Il vostro godimento è tale che vorreste fissare questo momento per sempre nella vostra memoria,
ma poi, la vita di tutti i giorni vi porta a dimenticarlo, facendolo scivolare nell'oblio sino a
quando, per un attimo, il ricordo vi si ripresenta nella mente, come una sorta di lampo che
squarcia all'improvviso la vostra giornata, rendendovi tutto il piacere provato in quell'istante, ma
lasciandovi anche l'amaro in bocca per il tempo passato.
De Gironimo vi propone tutto questo con un percorso artistico molto chiaro in cui le emozioni
dell'artista si intrecciano in un connubio inedito con quelle delle spettatore, creando delle opere
sempre diverse per ogni occhio che le osserva.
Un cammino lungo e complesso che cerca una sintesi tra il linguaggio della musica e quello
dell'arte figurativa che viene concretizzato su un materiale antico, quale la ceramica, e lasciato alle
crepe del tempo, della storia e dei ricordi.
Le spaccature, le ferite presenti sulle opere rendono le opere dei frammenti, dei ricordi
cristallizzati nella coscienza, in cui il cambio di ritmo, legato sia alla musica che alla vita dello
spettatore, viene sottolineato da una rottura.
I cocci consentono allo spettatore di proiettarsi nel flusso dei propri ricordi a cui la musica funge
da sottofondo.
La mostra resterà aperta sino al 9 giugno.

-


N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!