Evento in TOSCANA

Inserito da: Anonimo  -  -  tel.:-  fax: -  E-mail: valentina.g28@libero.it

Periodo : dal 3/8 al 10/8

Località: arezzo

Provincia: Arezzo - Seminario residenziale per attori registi e drammaturghi

-Aspettando Godot Con Andrea Pangallo e Luciano Colavero Autore e testo di riferimento Samuel Beckett è il padre della drammaturgia contemporanea. Conoscerlo è necessario per comprendere la scrittura teatrale a noi contemporanea. Praticarlo in scena è necessario per essere attori moderni, capaci di far nascere la poesia dal nulla, dal silenzio, dall'immobilità. "Aspettando Godot" contiene immagini e azioni che hanno nutrito mezzo secolo di teatro successivo, a volte anche senza che gli autori, gli attori o i registi se ne rendessero conto. Il nostro laboratorio si propone di aprire questo testo, di allargarlo, di esplorarne a fondo i temi e restituirlo scenicamente in proposte di ogni genere, dal minimalismo al barocco, a seconda dell'immaginario che i partecipanti porteranno nel lavoro. Beckett ci insegna che imparare a parlare e muoversi correttamente non è sufficiente all'attore di teatro dei nostri giorni. Ci insegna che che esiste una corrente nascosta nel nostro lavoro che deve accumularsi attraverso studi preparatori di ogni genere affinché inizi a muoversi organicamente la superficie apparentemente compatta e priva di libertà della drammaturgia contemporanea. Ci insegna che la vita scenica non ha niente in comune con la vita quotidiana e che la logica del sogno, della ripetizione/variazione, della musica descrivono più profondamente il nostro paesaggio interiore che non la classica azione drammatica del teatro tradizionale. Beckett si pone davanti a noi come una sfida e un limite, che dobbiamo conoscere e superare. Attori, registi, drammaturghi Questo laboratorio è rivolto a chiunque intenda occuparsi di arte scenica. Saranno affrontate, nel corso della settimana, le basi del lavoro dell'attore, del regista e del drammaturgo, ma sempre lavorando in prima persona. Questo significa che anche i registi e i drammaturghi interessati a partecipare saranno chiamati a lavorare in scena come attori. Come si lavorerà Ogni mattina si inizierà il lavoro con un Training psicofisico di gruppo, per poi affrontare lo studio di Beckett e di "Aspettando Godot" attraverso Tecniche d'Improvvisazione, da una parte, e Sistemi di Azioni Fisiche dall'altra. Tecniche d'improvvisazione Il lavoro esplorerà le diverse tipologie e i principi fondamentali legati all’improvvisazione teatrale, come il conflitto, il rapporto azione-reazione, l’atmosfera, la giustificazione , il tempo-ritmo e lo status. Lo scopo è di eliminare gli stereotipi legati a questa tecnica teatrale e le sue derive superficiali e caotiche, trovandone invece la sua dimensione compositiva, strutturale e poetica. Il lavoro sulle tecniche di improvvisazione è utile all'attore che, ricevuto lo stimolo, riuscirà ad agire immediatamente, senza ragionare su quello che deve fare, è utile al drammaturgo che scrivendo metterà le azioni e le relazioni in preventivo, ed è utile al regista che ha la responsabilità del processo di formalizzazione scenica, sia quando sceglie di mettere in vita un testo compiuto sia quando deve coordinare il lavoro collettivo di un gruppo di artisti a partire da altri materiali Sistemi di azioni fisiche Oltre alle tecniche di improvvisazione una parte del lavoro sarà lo studio dell'azione attraverso i Sistemi di Azioni Fisiche. Un sistema è un esercizio composto da una breve sequenza di azioni scritta per creare precise relazioni spaziali e fisiche fra i partecipanti. Questa sequenza viene ripetuta ciclicamente finché non vengono abbandonate le tensioni psicofisiche e l’attore è pronto a reagire a ciò che accade nell’esercizio. A questo punto i partecipanti iniziano parzialmente a improvvisare, modulando le azioni secondo poche e precise regole, finché non giunge la fase della trasgressione, dove il sistema si trasforma in una "danza in catene", una improvvisazione completamente libera, seppur strutturata. Cosa portare con sé Idee, suggestioni e ipotesi per sviluppare il lavoro su Beckett in generale e su "Aspettando Godot" in particolare. Più concretamente: ognuno dovrà portare con sé un’immagine, statica o in movimento; un suono, una musica o un rumore; un testo di qualsiasi provenienza che possa essere stimolo di riflessione e di lavoro; portate anche degli oggetti e degli elementi di abbigliamento che vi sembrino legati all'autore e al testo. Per avere qualche esempio da cui partire suggeriamo di cercare: - riferimenti teatrali in Shakespeare, Pinter, Ionesco, Vaclav Havel; - riferimenti letterari nella Divina Commedia e nella Bibbia, ma anche autori che possono essere considerati figli di Beckett come Paul Auster; - riferimenti visivi in Francis Bacon, Alberto Giacometti, Kounellis; - riferimenti cinematografici in Iosseliani, Buñuel, nel primo Polanski. Come vestire Con maglie e pantaloni comodi, neri, senza scritte né disegni. Lavoreremo a piedi nudi, o con calze antiscivolo, ma portate con voi anche delle scarpe leggere, se ci sarà l’occasione di lavorare all’aperto. PROGRAMMA 3 agosto ore 10.00 - Check-in ore 11,00 - 13,30 - Seminario ore 13,30 - 15,00 - Pranzo, studio, momento ricreativo ore 15,00 - 20,30 - Seminario dal 4 al 9 agosto ore 09,00 - 13,00 - Seminario ore 13,00 - 15,30 - Pranzo, studio, momento ricreativo ore 15,30 - 20,00 - Seminario 10 agosto entro le ore 10,00 - Check-out LA RESIDENZA Podere Violino - Località Gricignano, 99 - 52037 Sansepolcro (AR) A 3 chilometri dal centro abitato di Sansepolcro e a 5 chilometri da Anghiari, nella tranquilla campagna della Valtiberina, sorge il Podere Violino, struttura risalente al 1100 e ristrutturata con cura e passione grandissime. Ospitalità semplice e autentica, attenzione ai dettagli degli ambienti ricchi di fascino, relax in piscina o nel parco che circonda la struttura e possibilità di organizzare avventurose passeggiate a cavallo. Il ristorante - Sotto il loggiato esterno sarà possibile degustare piatti tipici toscani, preparati con prodotti di Sansepolcro, genuini e selezionati. Anche i dolci che troverete a fine pasto o nelle ricche colazioni sono di produzione propria. La Toscana intorno Anghiari Arezzo Firenze I parchi della Valtiberina La Valtiberina Perugia Sansepolcro Siena INFORMAZIONI PER I PARTECIPANTI Il seminario è a numero chiuso e le iscrizioni chiuderanno a raggiungimento del numero (max 22 partecipanti). Limiti di età: Si prenderanno in considerazione solo i CV di persone maggiorenni. ISCRIZIONI Per partecipare al seminario è necessario inviare: il curriculum artistico aggiornato (indicare nome, cognome, numero di telefono ed email) una foto (opzionale) Dopo l'accettazione del curriculum da parte dei docenti, la segreteria spedirà via email il modulo di iscrizione; si prega di inviare il modulo compilato entro 5 gg. lavorativi via mail a scuola@cassiopeateatro.org, via fax al numero 06-55 80 827 previa telefonata, oppure a mano in segreteria, il tutto accompagnato dall'attestazione di pagamento. COSTO Partecipanti esterni € 650,00 in soluzione unica entro e non oltre il 29 giugno 2012 Oppure: € 690,00 pagabili in tre rate come di seguito specificato: € 90,00 di pre-iscrizione entro il 29 giugno 2012 € 300,00 entro il 14 luglio 2012 € 300,00 entro il 31 luglio 2012 La quota comprende: tessera associativa, assicurazione RC per i 7 giorni di lavoro, seminario intensivo di 7 giorni x 8 ore al giorno, pernottamento presso il Podere Violino per 7 notti, cambio biancheria e pensione completa a buffet (colazione, pranzo, cena e tea-break) a menù vegetariano. NB: Il secondo di carne sarà disponibile su ordinazione in loco. Questo è da considerarsi un extra. La quota non comprende: viaggio, trasporti, extra vari e varianti sul vitto. Tutto ciò che non è esplicitamente indicato in "la quota comprende" è a carico del richiedente. INFORMAZIONI E ISCRIZIONI Segreteria scuola, via Enrico dal Pozzo, 8 dal lunedì al venerdì, ore 14.00/20.00 tel. 06.5580827 - 3403029448 scuola@cassiopeateatro.org


N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!