Evento in PIEMONTE

Inserito da: Gianni Marenco (x Pro Loco Barolo)  Barolo  Via Roma, 39  tel.:338 5296745  fax: -  E-mail: marenco@vicolodelpozzo.it

Periodo : dal 21/10 al 30/10

LocalitÓ: Barolo

Provincia: Cuneo - OTTOBRE 2011

5° RADUNO CLOUDHOPPER A BAROLO “MEMORIAL PAOLO CONTEGIACOMO”

A partire dal pomeriggio di venerdì 21 ottobre, sino a domenica 23 ottobre una due giorni di voli sul nostro suggestivo territorio che si presenta già a pochi metri da terra unico e di indubbia bellezza, un panorama che si arricchisce di suggestioni col salire verso il cielo agli occhi di colui che ne sta seduto sopra.

Barolo è il luogo di decollo italiano dei cloudhopper!

Cloudhopper è una mongolfiera di volume variabile tra i 700 e i 1200 metri cubici che tramite un’imbracatura od un seggiolino appeso, permette ad un pilota di alzarsi in volo.
Il termine cloudhopper tradotto dall’inglese significa, saltare (to hop) sulla nuvola (cloud), proprio come in un galoppo!
Questa pratica sportiva è molto comune nel Regno Unito mentre qui a Barolo è giunta grazie a Pietro Contegiacomo, il titolare della Balloon Promotion che da alcuni anni vola e porta in volo coloro che desiderano vedere Barolo e le circostanti Langhe dall’alto, sorretti da un grosso cesto di vimini, nel silenzio più completo. Il raduno è dedicato alla memoria dell’indimenticabile fratello maggiore di Pietro, Paolo, pilota e istruttore di volo in mongolfiera, pioniere di questa specialità in Italia
prematuramente scomparso nell’ottobre del 1996.

Questa due giorni di voli prevede il primo decollo nel pomeriggio di venerdì 21 ottobre al campo volo predisposto vicino al campo sportivo in via Alba.
I decolli del sabato e della domenica avverranno direttamente dalle piazze di Barolo. Quindi chi vorrà assistere al decollo, potrà fermarsi a pochi metri dai differenti luoghi di partenza ed assistere a tutte le fasi di preparazione al volo. Dopo di che potrete seguire le mongolfiere spostandovi con le vostre auto ed indovinare dove queste prenderanno terra.

Sabato sera e domenica sera presso l’Hotel Barolo i piloti faranno prendere la via del cielo a tante mini mongolfiere, che salendo lo illumineranno con i piccoli lumini che fungono da propellente.

Domenica pomeriggio, meteo permettendo, una mongolfiera ancorata in piazza Colbert, farà provare l’ebbrezza di una mini salita verso l’alto ai grandi e soprattutto ai bambini.

Nelle stesse giornate potrete visitare il Museo del Vino (WI.MU), dove viene rappresentata la storia di questo nettare dalla sua nascita sino ad ora, l'Enoteca Regionale del Barolo dove all'interno delle antiche cantine marchionali, troverete una vasta gamma di etichette ed annate del celeberrimo vino ed il Museo dei Cavatappi, che raccoglie una serie di questi storici e particolari attrezzi.

Da lunedì 3 ottobre presso il “Museo dei Cavatappi” di Barolo sarà ospitata una piccola mostra, in cui si potranno ammirare stampe antiche ed oggetti curiosi del passato inerenti all’epopea del volo aerostatico dai suoi primordi fino ai giorni nostri.

Il disegno del Trofeo Memorial a Paolo Contegiacomo è opera dell’artista Torinese Rocco Forgiane, quello a premio del vincitore della gara organizzata tra i piloti è opera di Tanchi Michelotti, artista di Ceva e zio di Pietro Contegiacomo.



Info: tel. 0173 566430 – 339 7318100 – 335 5944379

segreteria@comune.barolo.cn.it www.barolodibarolo.com


A TUTTA TRIPPA

"A tutta Trippa" la manifestazione enogastronomica così scherzosamente denominata è giunta all’ottava edizione e si terrà a Barolo domenica 30 ottobre.
A partire dalle ore 11.00 gli esercizi commerciali e turistici, i produttori vitivinicoli, la Pro Loco e il Comune di Barolo vi aspettano numerosi per l’evento che vede in prima linea Franco Sandrone maestro di carni e salumi, quale custode della preziosa ricetta del minestrone o “zuppa di trippa”, uno dei tradizionali simboli della gastronomia langarola.

Si potrà trovare la “regina” della giornata sui banchi d’assaggio sotto forma di insaccato, il salame ‘d Tripa ‘d Muncalé presentato dalla “Confraternita della Tripa ‘d Moncalé” e si potrà gustare la zuppa di trippa, cucinata dallo staff della Macelleria Salumeria di Franco Sandrone (queste specialità faranno parte del menù, che si potrà consumare comodamente seduti in piazza).
A completare il menù di trippa si potranno gustare formaggi, salumi dop, salsiccia in umido, pane prodotto con svariate farine, acciughe, olio extra vergine Taggiasco ed infine i classici torroni del Gallo ed i dolci a base di nocciola. Non mancheranno le castagne, che arriveranno dall’Alta Val Tanaro di Garessio e saranno preparate dai “mundajè” del Consorzio di valorizzazione.
Le tradizioni secolari di grandi vini e le ricette di trippa lavorata o cucinata secondo antichi procedimenti sabaudi, contribuiscono a consolidare ogni anno di più il gemellaggio enogastronomico fra Barolo e Moncalieri.
Il programma avrà il suo prologo nella serata di sabato 29 ottobre con la cena aperta a tutti, il “Gran Galà della Trippa” presso la cantina Sylla Sebaste di Barolo (prenotazioni al 0173 56266 – 339 7318100 - prezzo € 30,00).
La ricchezza e la qualità dei cibi sarà posta in risalto dai vini del paese e dal Barolo di Barolo.
Il desco sarà accompagnato dal concerto, offerto dal Bar Antico Caffè e dal Bar Divin Cafè, del gruppo “Asia”, che eseguiranno cover de “I Nomadi”.
Barolo offre, a fine vendemmia, un'atmosfera magica: i profumi del mosto che si spandono dai tini, i colori policromi dei vigneti, la pluralità di assaggi e degustazioni di prodotti dell'eccellenza enogastronomica presso le botteghe tipiche, i ristoranti, i caffè e le molte cantine. Senza scordare la calorosa accoglienza delle diverse strutture ricettive. Si invitano, pertanto, tutti gli interessati, i quali non rimarranno certo delusi da questa simpatica e allegra iniziativa.
In questa giornata di festa potrete visitare il Museo del Vino (WI.MU), dove viene rappresentata la storia di questo nettare dalla sua nascita sino ad ora, l'Enoteca Regionale del Barolo dove all'interno delle antiche cantine marchionali, troverete una vasta gamma di etichette ed annate del celeberrimo vino ed il Museo dei Cavatappi, che raccoglie una serie di questi storici e particolari attrezzi.
Il disegno della locandina è stato realizzato ed offerto alla Pro Loco di Barolo dall’artista Rocco Forgione, che nel suo immaginario ha realizzato un pacioso cuoco alle prese con la cottura del tipico piatto autunnale delle Langhe.

Info: tel. 0173 566430 – 339 7318100
segreteria@comune.barolo.cn.it www.barolodibarolo.com
-


N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!