Evento in PIEMONTE

Inserito da: isg theater-isabella stefania gottardis  -  -  tel.:-  fax: -  E-mail: isabeaux17@yahoo.it

Periodo : dal 9/4 al 9/4

LocalitÓ: casale monferrato

Provincia: Alessandria - CLAUDIO MORBO DIRIGE NABUCCO

Sabato 9 aprile ore  20.30, al Teatro Municipale di Casale Monferrato, il Maestro Claudio Morbo dirigerà, dopo il successo di 2 mesi fa di “Un ballo in maschera”, NABUCCO di G.Verdi ( su libretto di Temistocle Solera), Orchestra Sinfolario di Lecco, Regia Vincenzo Santagata, Corale “Francesco Tamagno”.

 

Nabucco è la terza opera di Giuseppe Verdi e quella che ne decretò il successo. E' stata spesso letta come l'opera più risorgimentale di Verdi, poiché gli spettatori italiani dell'epoca potevano riconoscere la loro condizione politica in quella degli ebrei soggetti al dominio babilonese. Il cast si compone di voci notevoli e note, oltre al grndissimo basso che è arrivato da tokyo e attendevamo , ENRICO IORI in Zaccaria e altri nomi di spicco.
Abbiamo intervistato il Maestro Claudio Morbo che è alla sua ennesima direzione di tal opera:

 

“Nabucco è forse tra le opere di Verdi, quella di spirito più spiccatamente patriottico, pur affrontando una Ho vicenda lontana nel tempo e nello spazio. Certo che il pubblico milanese che vide alla Scala la prima di quest'opera indubbiamente percepì un immediato senso di partecipazione per la vicenda degli ebrei lontani dalla loro patria e si immedesimò nella loro nostalgia. E quando udirono Zaccaria gridare "sia morte allo stranier" non poterono sicuramente trattenere una sferzata di orgoglio, venendo a toccare un sentimento che covava sotto la cenere di una mal digerita occupazione austro-ungarica; continua Morbo - Pur essendo solo la terza opera composta da un Verdi che non aveva avuto la possibilità di frequentare regolari studi accademici, musicalmente è una miniera di elementi di straordinario interesse, che mescolano uno slancio che a momenti è un torrente di lava che travolge tutto e tutti nella sua forza dirompetne, e a momenti, pensiamo alla preghiera di Zaccaria accompagnata da sei violoncelli, tocca vette di grande raffinatezza che lasciano intravvedere gli straordinari risultati delle sue opere future. Inoltre dobbiamo ricordare che nel Nabucco, il coro, cioè il popolo, acquista una dimensione drammatica che raramente aveva impersonato nel melodramma italiano dell'800 (fatto salvo nelle opere serie di Rossini). Qui il popolo è veramente un personaggio, che soffre, si dispera e gioisce, al pari di Abigaille e di Nabucco, dotato di psicologia e di contorni caratteriali e quando, al colmo della nostalgia, intona il "Va pensiero" ci regala una di quelle pagine di teatro musicale destinate a rimanere conficcate indelebilmente nella memoria storica di un'intera nazione.”(intervista e foto di isabella stefania gottardis)

 

Abbiamo incontrato il Maestro Morbo già tempo fa (www.claudiomorbo.it) per parlarci un po’ di sè un po’ di sé in un’intervista che troviamo on line su http://www.youtube.com/watch?v=1_9rgT64VmU  ideazione  isg theater (di isabella stefania gottardis).

 

 

Il direttore è sempre attivo sul territorio piemontese ma anche lombardo, tutta italia ed estero da anni . Citiamo solo alcune delle date ( le più importanti) ove lo abbiamo potuto ascoltare e VEDER DIRIGERE TUTTO A MEMORIA SENZA SPARTITO, UNA PARTICOLARITA’ DEI Più GRANDI DIRETTORI DEL MONDO per interagire meglio con orchestra e cantanti/coro e perché la musica pervade la sua mens da bambino,  e  date ove lo incontreremo nuovamente anche in occasione del 150° dell’Italia ove Verdi sarà la rappresentazione del risorgimento italiano.

 

Lo attendiamo a fine maggio in altri concerti sinfonici e in anche nel circuito lirico della nostra regione e della Liguria con esecuzioni di La traviata, Il trovatore, Nabucco, Tosca, La bohème, Madama Butterfly, Cavalleria rusticana ed altri titoli ancora ANCHE ALL'ESTERO.

www.claudiomorbo.it;    http://www.youtube.com/user/2octavian?feature=mhum

 

 

 


N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!