Evento in EMILIA

Inserito da: Massimiliano Rubbi  Casalecchio di Reno (BO)  Via Marconi 14  tel.:051 598268  fax: 051 598128  E-mail: MRubbi@comune.casalecchio.bo.it

Periodo : dal 7/2 al 21/2

Località: Casalecchio di Reno

Provincia: Bologna - OMAGGIO A ITALO CINTI - PITTORE DELL'IMMAGINAZIONE

Domenica 7 febbraio, alle ore 17.30, presso la Casa della Conoscenza (Via Porrettana 360 – Casalecchio di Reno), inaugurazione dell’esposizione che Casalecchio di Reno dedica a un suo illustre cittadino per quasi mezzo secolo, protagonista da riscoprire nel Novecento artistico italiano.

Un artista che nella sua attività di quasi cinquant'anni, dal 1920 al 1968, ha saputo raccogliere le suggestioni delle avanguardie del Novecento, a partire dal Futurismo di cui si è celebrato il centenario nel 2009, rielaborandole però in modo personale e spesso divergente dalle tendenze dominanti del proprio tempo. Il Comune di Casalecchio di Reno ricorda Italo Cinti, vissuto a Casalecchio con la moglie Maria Talin dagli anni '20 fino alla morte avvenuta nel 1968, con la mostra "Omaggio a Italo Cinti – Pittore dell’immaginazione", che sarà inaugurata domenica 7 febbraio alle ore 17.30 nello Spazio Espositivo La Virgola di Casa della Conoscenza.
L’esposizione raccoglie 23 opere di Cinti, che attraversano tutto il suo periodo di attività, e alcuni strumenti di lavoro dell’artista; dipinti e oggetti sono stati gentilmente concessi dalla collezione privata di Gian Paola e Debora Degli Esposti. Tra le opere in mostra, va menzionato uno degli ultimi dipinti realizzati dall’artista, "Il sorriso della valle" (1966), in cui il paesaggio di Casalecchio si anima in fattezze umane.

Italo Cinti, nato nel 1898 a Copparo (FE), si diploma nel 1921 all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e qui svolge tutta la propria attività, divenendo in breve uno dei principali animatori del futurismo bolognese. Già in questa fase, peraltro, Cinti si distacca dai fremiti più legati alla civiltà industriale, prediligendo un atteggiamento più spiritualista e lirico che lo avvicina ad alcuni esiti di Giacomo Balla ed Enrico Prampolini. Nel secondo dopoguerra la ricerca di Cinti muove, ancora in controtendenza con lo spirito del tempo, verso una vena astrattista e surrealista, che genera opere suggestivamente allusive e impalpabili. I suoi dipinti e disegni sono oggi conservati, tra l’altro, presso la collezione d’arte moderna del Vaticano, la Galleria Comunale d’Arte Moderna di Bologna, la raccolta della Fondazione Lercaro e la collezione del Comune di Copparo.
Cinti va anche ricordato come grande esperto di pittura moderna e contemporanea, come attestato dalle conferenze tenute in tutta Italia e dalla sua attività di pubblicista e critico per "Il Resto del Carlino" e "L’Avvenire d’Italia".

Il Sindaco di Casalecchio di Reno Simone Gamberini ha dichiarato: “L’Amministrazione Comunale di Casalecchio di Reno è felice di rendere omaggio a Italo Cinti e alla sua opera, che in diverse occasioni ha tratto ispirazione da questi luoghi in cui Cinti ha scelto di vivere. Auspico che questa esposizione, con cui il Comune valorizza uno dei suoi più illustri cittadini, contribuisca a dare il giusto rilievo alla sua figura nel panorama artistico italiano del Novecento”.
Presentando le opere di Cinti, il critico Gian Luigi Zucchini ha scritto: “La sua pittura, avvolta in una leggerezza di colore e di forme ineffabili, spazia ancora nella luce e si immerge in un silenzio misterioso, dove la terra, i paesaggi, le cose diventano impalpabile materia d’aria, suggestione arcana, musica di sfere e di poesia. Nella quasi mistica enunciazione di questa pittura si leggono le insussistenze e le voci della terra e del cielo, ascoltate e rivisitate da un artista che le ha immerse in una singolare grazia luminosa, senza e oltre il tempo”.

All’inaugurazione di domenica 7 febbraio parteciperanno il Sindaco di Casalecchio di Reno Simone Gamberini e il Direttore Artistico di Artefiera e Consigliere di Amministrazione dell’Istituzione Casalecchio delle Culture Silvia Evangelisti. Interverranno inoltre il critico Gian Luigi Zucchini, con una presentazione incentrata sul Cinti futurista, e il pittore Mario Nanni.
L’esposizione "Omaggio a Italo Cinti – Pittore dell’immaginazione" sarà aperta al pubblico, a ingresso libero, tutti i giorni fino a domenica 21 febbraio, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

In collaborazione con Gian Paola Degli Esposti
Opere scelte dall’artista Mario Nanni
Testi a cura del critico Gian Luigi Zucchini
Per informazioni:
- Istituzione Casalecchio delle Culture – Tel. 051/598243
E-mail info@casalecchiodelleculture.it
- Casa della Conoscenza – Tel. 051/590650 - 051/572225
E-mail biblioteca@comune.casalecchio.bo.it


N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!