Evento in EMILIA

Inserito da: Massimiliano Rubbi  Casalecchio di Reno (BO)  Via Marconi 14  tel.:051 598268  fax: 051 598128  E-mail: MRubbi@comune.casalecchio.bo.it

Periodo : dal 28/7 al 28/7

Località: Casalecchio di Reno

Provincia: Bologna - Corti, chiese e cortili - TRE MEMORIE CENTENARIE

Martedì 28 luglio, alle ore 21.00, un grande concerto a Villa Marescalchi (Via Marescalchi 13 – Casalecchio di Reno), per la XXIII edizione della rassegna "Corti, Chiese e Cortili": “Tre memorie centenarie”, per ricordare la morte di Haydn (1809), la nascita di Mendelssohn (1809) e la scomparsa di Martucci (1909). Eseguirà il concerto l’Orchestra Filarmonica “Mihail Jora” di Bacau diretta da Michele Bui, con il soprano Katia Natalini.

Aprirà il concerto l’ouverture da "Il mondo della luna" (1777), ultima opera giocosa prima che Haydn passi, l’anno successivo, al genere semiserio con "La Vera Costanza". Una ouverture che, come in Mozart e Rossini, non ha riscontri nell'opera, ma vive di vita propria e, al tempo stesso, prepara all'ascolto.
Seguirà "La canzone dei ricordi", una raccolta di sette canzoni per voce e orchestra, di Giuseppe Martucci, compositore forse ingiustamente dimenticato. Opera di rara esecuzione, è sicuramente il lavoro maggiormente compiuto, sotto tanti aspetti, del compositore nato a Capua a metà del XIX secolo. Fu composta originariamente per voce e pianoforte, ma l'orchestrazione ne ha accresciuto moltissimo il "colore" mediterraneo della Napoli di fine ‘800; una somma di accenti romantici e di riferimenti alla canzone napoletana che, con la scrittura musicale e l'ispirazione di Martucci, si trasforma in vera arte.
La serata sarà conclusa dalla Sinfonia n. 4 in La magg. op. 90 "Italiana" di Felix Mendelssohn Bartholdy. L'opera nacque, almeno nella sua idea fondamentale, durante il tour che il direttore e compositore compì in tutta Europa nel periodo 1829-1831. L'ispirazione venne dall'atmosfera che il compositore trovò nelle città italiane, e la sua prima esecuzione fu affidata alla Royal Philarmonic Society, a Londra nel 1833. Mendelssohn fu sempre insoddisfatto del risultato ottenuto, e infatti continuò ad apportare modifiche alla partitura nel corso della sua breve vita, arrivando a riscrivere per intero il secondo, il terzo ed il quarto movimento. La Sinfonia non fu mai pubblicata durante la vita del compositore, divenendo celebre solo dopo la sua morte.

Costituita nel 1956, la Filarmonica "Mihail Jora" di Bacau (Romania) riunisce al completo un gruppo di circa 70 strumentisti, sotto la direzione principale e artistica del maestro Ovidiu Balan. Dall'orchestra si sono formati diversi gruppi, tra cui il celebre "Trio Syrinx" (Dorel Baicu - Flauto, Adrian Petrescu - Oboe, Pavel Ionescu - Fagotto), vincitore di sei premi in importanti concorsi internazionali, e il quartetto di fagotti "Fagottissimo". Il repertorio dell'Orchestra comprende brani di musica sinfonica, sinfonica-vocale e da camera, e tocca una grande varietà di periodi di creazione e di stili musicali: Rinascimento, Barocco, Classicismo, Romanticismo, Contemporaneo. Oltre ai concerti settimanali, la Filarmonica organizza vari Festival nazionali ("Orpheus Moldavo", "I Giorni della Musica Contemporanea", "L'Atelier dei Giovani Compositori"), e da ormai molti anni viene invitata ad accompagnare solisti in importanti concorsi nazionali ed internazionali ("Concorso Città di Cantù", "Valsesia Musica", "Aix-en-Provence", "Floraisons Musicales"). Grazie al notevole valore artistico, l'Orchestra è stata invitata a incidere CD da diverse case discografiche in Europa, e ha sostenuto concerti in Italia, Francia, Germania, Spagna, Gibilterra, Stati Uniti, Grecia, Malta, Russia, ottenendo notevoli successi di pubblico e di critica. Ha partecipato, nel 2001, al prestigioso festival "Altamura Music Festival on the Greene" e al ventesimo anniversario del festival "Beethoven", negli Stati Uniti.

Michele Bui, musicista bolognese, inizia giovanissimo lo studio del violino, per poi diplomarsi in Composizione sotto la guida di Paolo Bucchi e in Direzione d’Orchestra con Corrado De Sessa. Dopo varie esperienze come compositore, trova nella Direzione la sua vera identità di musicista e interprete. Alla direzione d’orchestra alterna la direzione di coro: dopo la specializzazione con Bruno Zagni, assume nel 1996 la direzione del coro di S. Rita di Bologna, con cui ha all’attivo circa 30 concerti. Ha partecipato attivamente a numerosi stage sulla lirica, collaborando con l’Orchestra Veneziana e con Arto Tchiftchian, che ha avuto modo di seguire in un master dedicato al repertorio sinfonico del tardo-romanticismo. Il suo repertorio comprende diverse opere liriche e sinfoniche, con particolare attenzione agli autori italiani del tardo ‘900. Collabora intensamente con l’Orchestra Arcadia di Bologna e con l’Orchestra Estense di Ferrara, e lavora come Direttore ospite in prestigiose società concertistiche, sia in Italia che all’estero.

Ingresso: 6,00 Euro
In caso di maltempo, il concerto si terrà all’interno dell’Eremo di Tizzano (Via Tizzano 34)
A cura di Associazione L’Arte dei Suoni e Fondazione Rocca dei Bentivoglio, in collaborazione con Provincia di Bologna e
Comuni della Zona Culturale Bazzanese

Per informazioni: Associazione Musicale L’Arte dei Suoni

Tel. 051/836445 – E-mail info@artedeisuoni.org



N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!