Evento in LAZIO

Inserito da: GIORGIO PETRUCCI  ORTE  VIA GARIBALDI, 7  tel.:0761.402893  fax: 0761.402893  E-mail: incontrimediterranei@cittadiorte.it

Periodo : dal 3/9 al 8/9

Località: ORTE

Provincia: Viterbo - 2° CORSO INTERNAZIONALE DI MUSICA ANTICA - “ OTTAVIANO ALBERTI “

ORTE, 3 – 8 SETTEMBRE 2007 Il corso è dedicato a cantanti e strumentisti interessati al repertorio del ‘500, ‘600, ‘700 e primo ‘800, tenendo presente che l’obiettivo che ci si propone consiste nell’approfondimento delle prassi esecutive relative ad ogni periodo storico. Sono ammessi allievi di tutti i livelli anche se non in possesso di uno strumento originale. Sono previste al mattino lezioni individuali per ogni strumento e nel pomeriggio laboratori di musica d’insieme. OTTAVIANO ALBERTI All'inizio della seconda metà del cinquecento entrano a far parte della Cappella Sistina alcuni musicisti ortani tra cui un suonatore di cornetto, il sopranista Vincenzo, più volte poi maestro di cappella ad Orte e infine un rampollo della famiglia Alberti, Ottaviano, basso di grande valore, che terminerà la sua carriera presso la cappella del Duca di Baviera guidata allora da Orlando di Lasso. Nel secondo volume della "Fabbrica Ortana" Lando Leoncini a pag. 322 e seguenti, riferendo di un banchetto dato in Roma, cui partecipava il letterato ortano Joanni Bernardino Capitano così annota: "tirava innanzi il detto appresso l'illustrissimo Sig. Cardinale di Trento et Madrutio oltre le sue belle lettere e buoni costumi, un suo zio che stava alla Corte del Serenissimo Duca di Baviera ove poi è morto, chiamato messer Ottaviano Alberti che era musico et era il primo basso del mondo che detto Serenissimo Duca lo levò dalla cappella di Nostro Signore nel Vaticano per persona singolare e segnalata et rara nella sua professione, ne alcuno si è mai trovato di sì gran basso che quando cantava pareva un Trono che venisse dal cielo. Andato a Baviera più et più volte ritornato in questi nostri paesi ove anco menò sua matre et venuta a Nostro Signore più volte per ordine di Sua Altezza finalmente morse presente il Rev.do messer Fabritio Niccio clerico di Orta, clerico beneficiato di S. Pietro di Roma, quale fu in Baviera con Ill.mo et Rev.mo Sig. Cardinale Madruccio, sendo suo familiare, nella quale città di Baviera esso Messer Ottaviano si accasò et prese moglie et ci ha lassato di sé successione". I CORSI CANTO (Docente GLORIA BANDITELLI) Il corso è aperto a tutti i cantanti interessati al repertorio del ‘600 e ‘700, in particolare al recitar cantando e al manierismo. I brani su cui si lavorerà (sempre ben preparati dai corsisti) sono a libera scelta. Si presterà particolare attenzione agli autori della “seconda prattica” come Caccini e Monteverdi. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo. FLAUTO (Docente LAURA PONTECORVO) Il corso è rivolto ai flautisti interessati alla pratica dello strumento barocco e classico, sia di livello iniziale sia di livello avanzato. E’ prevista anche la partecipazione di flautisti interessati al repertorio del XVIII sec. anche se non provvisti dello strumento antico. Sarà comunque possibile avere un primo approccio con il tra versiere, utilizzando quello messo a disposizione dal docente. La scelta del repertorio è totalmente libera, ma si consiglia la preparazione di brani settecenteschi in diversi stili. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo. LIUTO (Docente EVANGELINA MASCARDI) Il corso è rivolto a tutti gli strumentisti interessati al repertorio del ‘500, ‘600, ‘700 fino al primo ’800 per liuto, chitarra, tiorba, vihuela e arciliuto. Sono ammessi anche strumentisti non provvisti dello strumento antico. La scelta del repertorio è libera e si lavorerà in particolare sul repertorio solistico, da camera e basso continuo. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo. VIOLINO (Docente RICCARDO MINASI) Il corso è aperto ai violinisti sia provvisti di uno strumento antico sia moderno, interessati al repertorio dal primo ‘600 fino al primo ‘800. Si lavorerà in particolare sul repertorio italiano: diminuzioni, abbellimenti, arcate e prassi esecutiva dell’epoca. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo. VIOLONCELLO (Docente ANDREA FOSSÁ) Il corso è rivolto a tutti i violoncellisti interessati al repertorio per violoncello solo e con basso continuo del ‘600 e ‘700, con particolare attenzione alla pratica del basso continuo. Sarà privilegiata l’attività di musica d’insieme con la collaborazione dei docenti degli altri corsi di strumento e con l’accompagnatore al cembalo. ORGANO (Docente ADRIANO FALCIONI) Il corso, dedicato alla musica italiana e tedesca dal XVI al XX secolo, è aperto agli organisti italiani e stranieri di qualsiasi età e livello. Per le lezioni verranno utilizzati due strumenti: 1) l’Organo Storico Benvenuti / Densi del 1582 nella Basilica Cattedrale di Orte (I/14); 2) l’Organo Cortinovis & Corna nella Chiesa Parrocchiale di Giove (II/18). Il corso, in funzione delle caratteristiche degli strumenti, prevede due programmi distinti: Orte - studio di autori come Frescobaldi, Pasquini, Storace, Kerll, Muffat, Pachelbel, Haendel; Giove - opere di autori pre-bachiani (Bruhns, Böhm, Lübeck, Buxtehude); Bach (Integrale organistica); Mendelssoh (Tre Preludi e fughe Op. 37, Sei Sonate Op. 65); Hindemith (Sonate I, II, III). Gli orari delle lezioni verranno concordati secondo il numero degli iscritti e comunicati il primo giorno di lezione. Al miglior allievo del corso verrà assegnato un concerto premio nell’ambito della stagione musicale “ I Vespri di Maggio “ edizione 2008. I DOCENTI GLORIA BANDITELLI. Mezzosoprano di Assisi, è diplomata in Canto presso il Conservatorio di Perugia. Nel 1979 ha vinto il Concorso del Teatro Sperimentale di Spoleto debuttando in Cenerentola di Rossini e Didone ed Enea di Purcell. Ha cantato nei maggiori teatri italiani, come la Scala, l’Opera di Roma, il S. Carlo, la Fenice, il Comunale di Bologna, il Comunale di Firenze, ecc. sotto la direzione di Abbado, Muti, Kleiber, Gavazzeni, Maazel, Gatti. Nel campo della musica da camera ha cantato per la Radiotelevisione Italiana, l’Accademia di S. Cecilia, l’Accademia Chigiana, la Società del Quartetto di Milano, il Settembre Musica di Torino, il Maggio Musicale Fiorentino, gli Amici della Musica di Perugia, di Palermo, la Società Aquilana dei Concerti, ecc. Ha partecipato a numerosi Festival, quali il Rossini di Pesaro, il Donizetti di Bergamo, il Ravenna Festival, il Bologna Festival, l’Edimburgo Festival, il Marrachech Festival per Radio France, la Sagra Musicale Umbra, il Festival Haendel di Göttingen, il Veneto Festival, ecc. Specializzata nel repertorio barocco, ha preso parte a numerose opere e concerti sotto la direzione di specialisti quali Savall, Leonhardt, Brüggen, Jacobs, Scimone, Biondi, Clemencic, Garrido e Curtis al Concertgebouw e Opera di Amsterdam, al Théatre du Châtelet, des Champs Elysées e Operà Garnier di Parigi, alla Neue Philarmonie di Colonia, Alte Oper di Francoforte, al Megaron di Atene, Opera Garnier di Montecarlo, al Teatro di Innsbruck, di Nancy, di Montpellier, Musikverein di Vienna, Barcellona, Berkeley, Houston, Chicago, Tokyo. Ha effettuato registrazioni per la RAI, Radio France, la WDR tedesca, la BBC inglese, la ORF austriaca, la Radio Svizzera, Olandese, Belga, Polacca. Ha inciso dischi per la Emi, Decca, Harmonia Mundi, Denon, Columbia, Nuova Era, Hungaroton, Naxos, Opus 111, Tactus, Astrèe, Ricordi, Antea, Stradivarius, Bongiovanni, Arts, Glossa, K617, Nightingale. LAURA PONTECORVO. Ha studiato flauto a Roma con Marianne Eckstein e successivamente ha frequentato il Conservatorio de L'Aia (Olanda) studiando con F. Vester. Nel 1989 ha conseguito il diploma del corso triennale di perfezionamento tenuto da P. L. Graf presso l'Accademia Superiore di Musica di Biella e nel 1991 quello del corso di perfezionamento in musica da camera tenuto da F. Ayo presso l' Accademia di S. Cecilia a Roma. L'interesse per la musica antica l'ha spinta a perfezionarsi nello studio del flauto barocco e classico con Claudio Rufa e Marc Hantai. Svolge attività concertistica con diverse formazioni orchestrali e da camera quali Concerto Italiano (R. Alessandrini), Europa Galante (F. Biondi), Accademia Bizantina (O. Dantone ), L'Arte dell'arco (F. Guglielmo), La Cappella della Pietà dei Turchini (A. Florio) con le quali ha partecipato a numerosi festival e stagioni in Italia e all'estero (Het Concertgebouw di Amsterdam, Gotham Early Music Foundation al Lincoln Center di New York, Kioi Hall a Tokio, Theatre des Champs-Élysées a Parigi, Accademia Nazionale di S .Cecilia, Accademia Filarmonica Romana, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro Municipal di Santiago del Cile e di Rio de Janeiro, Sociedad de Cultura Artistica di San Paulo, stagione della Radio ORF a Vienna, Accademia Chigiana di Siena, Concertos Portugal Telecom a Lisbona, Festival Lufthansa di Musica Antica a Londra, Festival delle Fiandre, Festival de Wallonie, Festival di Beaune, Opera di Lione, Associazione Barattelli de L'Aquila, Oratorio del Gonfalone di Roma, Associazione Musicale Romana, Festival di Musica Antica di Urbino ed altre). Fondatrice del Quartetto Raro, con cui ha registrato l’integrale dei quartetti di F. Ries, si occupa da anni dell’esecuzione del repertorio per flauto e trio d’archi con strumenti originali. Ha registrato per Opus 111, Stradivarius, Dynamic, Amadeus, Pentaphon. E' docente di musica da camera e di flauto traverso barocco presso il Conservatorio di Musica di Cosenza. ANDREA FOSSÀ. Ha iniziato lo studio del violoncello con G. Schultis, frequentando poi il Conservatorio di S. Cecilia ed i corsi di perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole, diplomandosi poi presso il Conservatorio di Firenze. Ha fatto parte dell'Orchestra Giovanile Italiana con la quale ha partecipato a concerti e tournée in tutta Italia. È stato premiato ai concorsi internazionali di Capri e Stresa in formazioni di musica da camera. Fin dagli esordi, interessato agli aspetti musicali e tecnici concernenti l'esecuzione filologica della musica antica, ha seguito stages e master classes con A. Bijlsma, H. Suzuki, J. Linden, frequentando poi, presso la Schola Cantorum di Basilea, i corsi triennali di perfezionamento di violoncello con C. Coin e di musica da camera con J. Christensen. Svolge attività concertistica internazionale in importanti festival e sale da concerto con grandi complessi (Aurora di E. Gatti, Ensemble 415 di C. Banchini, Accademia Montis Regalis di A. de Marchi, La Grand Ecurie et la Chambre du Roy di J. C. Malgoire, Elyma di G. Garrido e molti altri) e in piccole formazioni da camera. Ha registrato per Harmonia Mundi, K 617, Symphonia, Capriccio, Naxos, Tactus, Nuova Era, Inedita e inoltre per Bongiovanni, Pentaphon, Agorà, Dynamic, per varie reti radiofoniche Europee. Nel 2006 ha registrato in prima mondiale le Sonate per Violoncello e Clavicembalo di Pietro Gaetano Boni (1717). Ha accumulato lunga esperienza didattica, presso la SPMT e la Scuola di Musica di Orvieto. Negli anni 1998 e 1999 é stato assistente del M° Malgoire ai corsi estivi dell'abbazia di Royaumont per la preparazione dell'opera di Telemann La pazienza di Socrate e de Il ritorno di Ulisse in patria di Claudio Monteverdi. Dal 2000 è docente di musica d'insieme e di violoncello barocco presso il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Palermo. Ha tenuto master classes di violoncello barocco presso i Conservatori di Sassari e Cosenza ed ha insegnato nei corsi estivi di musica antica in diverse città. RICCARDO MINASI. Nato a Roma nel 1978, ha svolto un'intensa attività concertistica sia come solista sia in qualità di primo violino con l’Accademia Bizantina, Il Giardino Armonico, Le Concert des Nations, Concerto Italiano, La Risonanza, Al Ayre Español, Elyma, La Sfera Armoniosa di Amsterdam, Zefiro, L’Assemblée des Honnêtes Curieux, Musica Aeterna di Bratislava, Collegium 1704 di Praga, Helsinki Baroque Orchestra, l'Orchestra Sinfonica dell'Ente Lirico di Cagliari, l'Orchestra Sinfonica di S. Remo collaborando inoltre con il Concerto Vocale di R. Jacobs, Ensemble 415 di C. Banchini, il Duo Pianistico di K. e M. Labèque ed in duo con il liutista L. Pianca. Dal 2006 suona nell'Accademia Ottoboni di Roma. E´ regolarmente invitato in qualità di direttore d'orchestra con la Helsinki Baroque Orchestra e Harmony of Nations Orchestra. Ha tenuto corsi presso il Conservatorio V. Bellini di Palermo, la Sibelius Academy di Helsinki, La Residenza di Kuks (Praga), la Scuola di Musica di Fiesole, la Longy School of Music di Cambridge (USA) e l'Università di Taipei (Taiwan). Nel settembre 2006 è stato invitato a tenere a battesimo, con un concerto presso gli Amici della Musica di Firenze, la Camerata Strumentale Fiesolana, ultima realtà nata in seno alla Scuola di Musica di Fiesole di Piero Farulli. EVANGELINA MASCARDI. E’ nata a Buenos Aires (Argentina) nel 1977 ed attualmente vive in Italia. Studia chitarra con Gabriel Schebor e Silvia Fernandez presso la Escuela Nacional de musica J. P. Esnaola dove ottiene il diploma di Maestra Nacional de Musica. Come chitarrista svolge una intensa attività concertistica e vince nel 1995 il concorso Jovenes Guitarristas Argentinos. Nel 1997 si trasferisce in Europa per studiare il liuto con il M° Hopkinson Smith nella Schola Cantorum Basiliensis, dove ottiene il Solisten Diplom. Vince la borsa di studi Juenge Kuenstler unten 25 Jahre Alt concessa dalla Fondazione Fritz Gerber di Zurigo per giovani artisti. Ottiene il diploma di liuto presso il Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia, con Tiziano Bagniati. Come solista è stata invitata in diversi Festival in tutta Europa come Fringe (Barcellona), Juenge Kuenstler (Norimberga), Concentus (Brno), Festival di Musica Antigua (Daroca), Forum Musicum (Breslau), Festival Chitarristico (Treviso). Ha registrato il suo primo CD da solista con musiche di Weiss e Bach per liuto barocco per ORF (Austria), ottenendo il prestigioso premio Diapason Decouverte, concesso dalla rivista francese Diapason. Come continuista collabora regolarmente con Venice Baroque Orchestra (dir. Andrea Marcon), Ensemble 415 (dir. Chiara Banchini), Zefiro (dir. Alfredo Bernardini), Monteverdi Choir and Orchestra (dir. Sir John Eliot Gardiner) ed altri. Ha registrato per Naive, Harmonia Mundi, Archiv, Alpha, Zig-Zag Territoires. Ha partecipato in diverse produzioni d’opera nei seguenti teatri: Oper Frankfurt, Theater Basel, Brooklyn Academy of Music (New York), Champs-Élysées (Parigi), Ponchielli (Cremona) ed altri. E’ docente al Summer School for Early Music di Prahatize, nella Repubblica Ceca ed è professore ospite all’Università di Alicante. ADRIANO FALCIONI. Nato a Terni nel 1975, si è diplomato in pianoforte e in organo con Wijnand Van de Pol al Conservatorio di Perugia. Ha proseguito gli studi in Germania diplomandosi alla Musikhochschule di Freiburg con Klemens Schnorr. Ha inoltre studiato a Parigi con Marie Claire Alain, a Londra con Nicolas Kynaston e seguito corsi e master classes in Italia, Svizzera, Olanda e Svezia con Winsemius, Leonhardt, Tagliavini, Chapelet, Lohmann, Van Oortmerssen e Guillou. Premiato in otto concorsi organistici internazionali si esibisce regolarmente come solista nei maggiori festival europei. Ha eseguito le integrali organistiche di Bach, Franck, Duruflè, Liszt, Mendelssohn e tutte le fantasie di Reger. Registra per Maxresearch di Arezzo e La Bottega Discantica di Milano. Per informazioni: www.cittadiorte.it – incontrimediterranei@cittadiorte.it ASSOCIAZIONE CULTURALE INCONTRI MEDITERRANEI – Via Garibaldi, 7 – 01028 ORTE (VT) – Telefono / Fax 0761.402893 – Cell. 333.2214656


N.B. Se pensi che il nostro archivio di manifestazioni non sia completo, INSERISCI la tua segnalazione, grazie!