Italia da Scoprire



Regione Lazio - Italia
Canepina : Comune di Canepina
Provincia di Viterbo

Cambia Categoria





Aziende on line
Inserite la vostra Azienda
su Primitaly
ora

Info Turismo
Informazioni per chi viaggia: auto, treno, aereo, navi

Viabilità Autostrade
Aeroporti e orari
Treni
Navi e Traghetti
AutoNoleggio
Meteo



Servizi di Primitaly

Chi è Primitaly
Servizi
Offerte


Anguillara Castle, XIV Sec.
Canepina sorge tra i monti Cimini, tra secolari boschi di castagni. Il centro storico, tipicamente medievale, conserva monumenti interessanti ed antiche tradizioni. La potente famiglia dei Prefetti Di Vico, a quei tempi presente con i propri feudi su buona parte del territorio, vi fece costruire un castello nell'anno 1000, intorno al quale si estese il centro abitato. Poi passò in mano agli Anguillara che ricostruirono il castello. Successivamente passata alla Chiesa, venne ceduta dal card.Alessandro Farnese, nominato papa Paolo III, al figlio Pier Luigi, duca delle terre e dei feudi riuniti nel 1537 sotto il ducato di Castro, il quale fece erigere una residenza, oggi sede del Comune.
Intanto nasceva l'odio di altre famiglie importanti verso i Farnese e tra queste un certo Ferrante Gonzaga che, nel 1547, con l'approvazione di Carlo V e la cospirazione di alcuni traditori, fece assalire il Palazzo di Piacenza e catturato Pier Luigi, lo uccisero gettandolo da una finestra. Nel 1649, a seguito di continue controversie tra la Chiesa ed i Farnese, Castro venne distrutta su ordine di Papa Innocenzo X e il ducato di Castro, con le terre annesse, venne incamerato dalla Camera Apostolica.
Durante questi secoli vennero lasciate molte testimonianze che ancora oggi sono visibili percorrendo le vie del centro.
Canepina è famosa anche per l'alta produzione di castagne, da cui la spettacolare festa che si celebra ogni anno ad ottobre.

Da vedere:
Castello degli Anguillara: come in altri piccoli centri, gli Anguillara fecero costruire un loro castello intorno al XIV sec.
Palazzo Farnese: eretto nel XVI sec. e continuamente rimaneggiato. Ospita gli uffici comunali.
Chiesa della Madonna del Carmine: dipinti, stucchi ed affreschi del XV sec.
Chiesa di S.Maria Assunta: risale al medioevo ma fu successivamente rimaneggiata nel XV- XVI sec.
Chiesa di S.Maria delle Grazie: piccola ma graziosa chiesetta rinascimentale addossata ad uno scosceso pendio di fronte all'abitato.
Museo delle arti e tradizioni: nei locali dell'ex convento dei Carmelitani, è allestito un vasto campionario di cultura e tradizione: aratri, zappe, telai per la tessitura e tanti altri attrezzi ed oggetti ormai in disuso. Orario: sabato 15-18, domenica 9-13 e 15-18, Tel. 0761-750990.

SPETTACOLI E FESTE
17 GENNAIO S.ANTONIO, la statua di S.Anonio viene portata per tre volte intorno al paese accompagnata di fedeli e consegnata per un intero anno ad un tutore.
FEBBRAIO CARNEVALE, sfilate di maschere e carri allegorici.
OTTOBRE GIORNATA DELLA CASTAGNA, ogni fine settimana vengono aperte le cantine per la degustazione della cucina locale e offerta gratuita dei marroni. Manifestazioni musicali culturali e sportive folcloristiche sfilate di carri allegorici culturali. Una delle feste più importanti della provincia.
17 MAGGIO FESTA DI S.CORONA, sfilata della macchina di S.Corona, giochi popolari, folclore e gastronomia.


ITINERARI
La Faggeta
, Soriano nel Cimino.
Castello Orsini, Soriano nel Cimino.
Riserva Naturale Lago di Vico.
Museo, Vasanello.
Palazzo Ruspoli, Vignanello.
Palazzo Farnese, Caprarola.



CARABINIERI
0761 / 750134
POLIZIA MUNICIPALE
0761 / 750990
COMUNE
0761 / 750990
PRONTO SOCCORSO, Viterbo, 0761 / 3391

Riserve e Parchi Naturali
Musei
Lazio Turismo



Agriturismi
Alberghi di Charme
Bed & Breakfast
Ville e Casali
Case Vacanza Appartamenti






Web editor Primitaly
All rigths reserved: testi ed immagini sono protetti dalle vigenti leggi che tutelano i diritti degli autori ed editori sul territorio nazionale ed internazionale.