Italia Turismo e Vacanze, Itinerari, Musei, Agriturismo, Alberghi di Charme, Bed & Breakfast, Ville e Casali e appartamenti in affitto per vacanze
.


Regione Campania - Italia
Ischia - Comune di Ischia
Provincia di Napoli

E' tra le più antiche colonie greche d'Italia.
In epoca remota si chiamava Inarime o Pithecusa (Isola delle scimmie), quindi Aenaria. Solo agli inizi del medioevo si inizia ad usare il nome Iscla.
Sullo scoglio di trachite oggi detto Castello d'Ischia i Bizantini eressero nel V secolo una cittadella, che prima gli Angioini, poi gli Aragonesi ampliarono e potenziarono, mentre il porto diveniva uno dei più frequentati del Mediterraneo.
Ischia è l'isola più grande della baia di Napoli assieme alle isole consorelle, Procida e di Vivara e al bacino geologico dei Campi Flegrei di cui fa parte. Le coste a nord e a ovest sono molto sviluppate, mentre a sud l'isola è più tranquilla.
Centro balneare e termale composto da due nuclei: Ischia Ponte e Ischia Porto. Ischia Ponte, più antica, abitata da pescatori, è situata intorno all'isolotto dove sorge il Castello, unito alla terraferma da un ponte.
Ischia Porto si estende verso l'area della pineta, sulle antiche lave dell'Arso.
E stata possesso dei Greci, dei Siracusani, dei Napoletani, dei Romani.
La strada principale di Ischia (ss 270) lunga 30 chilometri, costeggia il mare e attraversa le colline collegando tutti i comuni dell'isola. Da questa rete viaria dipartono strade comunali, sentieri e viottoli che consentono il raggiungimento delle piccole frazioni e spiaggette e rendono possibile l'esplorazione palmo a palmo dell'intero territorio.
Veduta del castello di Ischia
La maggior affluenza dei turisti, si registra in luglio e agosto ma le cure termali determinano consistenti presenze anche nei restanti mesi dell'anno. Ottanta, tra impianti e stabilimenti termali, disseminati nei comuni di Ischia, Casamicciola, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano, offrono sollievo ai malanni grazie alle acque in gran parte radioattive, la cui temperatura varia dai 15 agli 86 gradi.
Le spiagge come San Montano e i Maronti, anche nei mesi invernali offrono la possibilità di bagnarsi tranquillamente, grazie alle calde sorgenti sottomarine che rendono l'acqua del mare accessibile e gradevole.
A Forìo, considerato l'angolo più tranquillo dell'isola, si trovano i più famosi vitigni di Ischia. Qui è attiva la più antica azienda vinicola dell'intera isola.
Un tipico mezzo di trasporto dell'isola è il microtaxi un ciclomotore particolarmente strutturato: grazie alle sue ridotte dimensioni è in grado di imboccare strettoie e superare le asperità del terreno. Il mezzo risulta molto utile per l'esplorazione palmo a palmo dell'intero territorio.
Motonavi, traghetti e aliscafi in partenza dal molo Beverello del porto di Napoli e altri aliscafi in partenza da Mergellina collegano la terraferma a Ischia Ancora motonavi e aliscafi consentono di raggiungerla da Capri, Sorrento, Positano, Anzio, Isole Pontine e Formia. I traghetti attraccano a Ischia Porto, la zona più moderna della cittadina di Ischia, da cui si può raggiungere in pochi minuti Ischia Ponte, l'area più antica.
Nei sei comuni in cui è amministrativamente divisa l'isola, si contano circa trecento alberghi, molti dotati di impianti termali propri ed oltre dodicimila alloggi privati.


Da Vedere

Il Castello, collegato all'isola grazie ad un ponte fortificato aragonese (1438). Già spopolato nel cinquecento, venne definitivamente abbandonato dopo il bombardamento sferrato nel 1809 da Murat. Fu utilizzato per pochi anni come carere politico. Tra i resti dell'antico nucleo, salendo per una rampa, si giunge all'antica Cattedrale. Di questa rimangono solo frammenti di decorazioni in stucco (fine XVII), un pavimento cinquecentesco in una cappella a sinistra dell'abside e una lastra funeraria del XIV secolo.
Proseguendo si giunge alla Chiesa dell'Immacolata, intatta nella sua struttura settecentesca, e adibita a sede di mostre.
Sulla destra dell'ingresso si accede al chiostro dell'ex Convento delle Clarisse e di qui, discendendo una rampa, alle salette funerarie delle monache dove i cadaveri delle religiose erano deposti su piccoli seggi e lasciati decomporre secondo una pratica medioevale.
Panorama visto da Monte Epomeo
La Cattedrale dell'Assunta, occupa dal 1810 la precedente chiesa agostiniana di S. Maria della Scala.
La Chiesa di Santa Maria delle Grazie, a pianta ellittica con cupola rivestita in maioliche policrome, fu terminata nel 1780 da Giuseppe Astarita.
La Chiesa di Sant'Antonio, fondata nel 1225, fu trasformata radicalmente nel 1740
Monte Epomeo
, è un vulcano spento, luogo ideale per godersi bellissimi panorami dell'isola e della baia di Napoli.
A Lacco Ameno, qui sorse Pitecusa, primo insediamento greco dell'isola. Si può ammirare la necropoli, le cui sepolture risalgono al quarto secolo avanti Cristo.
Museo delle Armi, Armature e Strumenti di tortura
Via Castello Aragonese, 1 Ischia Ponte, tel. 081.984340
Museo del Mare
Palazzo dell'Orologio, Via Giovanni da Procida - Ischia Ponte, tel. 081.981124

Itinerari

Procida, è l'isola più caratteristica, vicina a Capri e a Ischia. Molto piccola, solo 3,5 km di lunghezza, è meno visitata dal turismo di massa.
La strada principale di Ischia (ss 270) lunga 30 chilometri, costeggia il mare e attraversa le colline collegando tutti i comuni dell'isola. Da questa rete viaria dipartono strade comunali, sentieri e viottoli che consentono il raggiungimento delle piccole frazioni e spiaggette e rendono possibile l'esplorazione palmo a palmo dell'intero territorio.
Vai alla pagina informativa di Ischia: trasporti, Hotel, Alloggi, info generali.


Informazioni su Ischia
Altre informazioni sulla Campania